Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Didattica della lingua italiana - Savigliano - L-FIL-LET/12

Oggetto:

Anno accademico 2010/2011

Codice dell'attività didattica
F6040
Docente
Silvia Verdiani (Titolare del corso)
Corso di studi
scienze della formazione primaria [f006-c010]
Anno
3° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Fondamentale di indirizzo: scuola elementare
Crediti/Valenza
10
SSD dell'attività didattica
L-FIL-LET/12 - linguistica italiana
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

 

 

 

Modulo A

Modelli e strumenti per l’educazione linguistica (5 CFU).


Il corso intende favorire una riflessione attiva sul concetto di educazione linguistica e sulle competenze che l’insegnante di italiano deve possedere per svolgere efficacemente la sua funzione, richiamando i contributi più significativi che hanno determinato gli sviluppi della disciplina.
Un’attenzione particolare sarà dedicata alle figure di maestri d’eccezione che con la loro sensibilità hanno saputo rinnovare l’impianto tradizionale dell’insegnamento linguistico.
Partendo dalle tesi GISCEL, si procederà all’analisi dei programmi ministeriali, verificandone i principi ispiratori e i modelli linguistici di riferimento.

Modulo B

Dal dizionario alla lingua: percorsi didattici (5 CFU). 

Potente strumento di acquisizione linguistica, il dizionario è spesso sottoutilizzato nella scuola. La conoscenza tecnica dei diversi tipi di dizionari, delle loro finalità e strutture sarà il punto di partenza per giungere ad una valutazione oggettiva dei prodotti lessicografici più adeguati alle esigenze dei bambini. Uno spazio particolare sarà riservato ai processi definitori realizzati dai bambini, come indicatori della complessa attività di organizzazione e comprensione del sistema lessicale.

 

Orario e luogo di ricevimento

Prima delle lezioni su appuntamento.

 

E-mail

silvia.verdiani@unito.it 

 

Didactics of Italian

 

Module A

Models and tools for linguistic education (5 CFU)


Students will begin the course by actively reflecting on the concepts of linguistic education and on the skills needed by the Italian language teachers to instruct effectively by examining the most significant factors in the development of the discipline. Particular attention will be given to exceptional teachers who have renovated traditional language teaching methods. Starting with the GISCEL theses, will follow on to analyses of ministry programmes, verifying the underlying principles and the linguistic models used.

 

Module B

From dictionary to language: didactic applications (5CFU).

A powerful tool for language acquisition, the dictionary is often underused at school. Technical knowledge of different types of dictionaries, their purpose and design will be the starting point to reach an objective evaluation of the most suitable vocabulary products for children’s needs. There will be a particular focus on the defining processes made by children as indicators of the complex organisational activity and understanding of a lexical system.

Evaluation

The final exam will be a written test.

 

Reception times and places

By appointment before lesson. 



Programma d’esame

 

Modulo A


- M.G. Lo Duca, Lingua italiana ed educazione linguistica. Tra storia, ricerca e didattica, Roma, Carocci, 2003, capp. 1-5.

 

Documenti (da reperire su internet)
- Dieci tesi GISCEL per l’educazione linguistica democratica.
- Programmi per la Scuola Elementare del 1985.
- Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati nella scuola primaria.
- Indicazioni per il curricolo per la scuola materna e del primo ciclo.

Letture (un testo a scelta):
- M. Lodi, Il paese sbagliato. Diario di un’esperienza didattica, Torino, Einaudi, 2007 (prima ed. 1970).
- M. Lodi, C’è speranza se questo accade al Vho, Torino, Einaudi, 1972.
- M. Maltoni, Il libro della natura, Torino, Einaudi, 1973.
- Scuola di Barbiana, Lettera a una professoressa, Firenze, Libreria Editrice Fiorentina, 2007.

Modulo B


- M. Aprile, Dalle parole ai dizionari, Bologna, Il Mulino, 2005

- V. Della Valle, Dizionari italiani: storia, tipi, struttura, Roma, Carocci, 2005


- T. De Mauro, Introduzione al Grande dizionario italiano dell’uso, Utet, Torino 1999, pp. VII-XLII

- G. Biorci, L. Ferlino, M. Rossi, Imparare dai bambini, Genova, Compagnia Dei Librai, 2003.

Letture:
- M. Cannella, Idee per diventare lessicografo, Cambiare il vocabolario dell’italiano che cambia, Bologna, Zanichelli, 2010.

Gli studenti che non hanno partecipato al progetto "Definiamo il mondo" e che intendono sostenere l'esame il 13/6, devono mettersi in contatto con la docente per l'assegnazione del materiale da analizzare.

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

L’esame finale consisterà in una prova scritta.

Precisazioni relative al Modulo B : Progetto  “Definiamo il mondo”

Il Modulo B, oltre al programma descritto, prevede la realizzazione del progetto di ricerca  “Definiamo il mondo”.

L’analisi critica dei materiali raccolti costituirà il principale l’oggetto di verifica sul modulo B.

Gli studenti che avranno raccolto personalmente i dati presenteranno i propri materiali.

Gli studenti che non avranno partecipato al rilevamento dovranno analizzare i materiali raccolti dagli altri,  scaricandoli dal sito, dove compariranno nella forma lemma-definizione-esempio.

La valutazione critica della qualità delle definizioni e degli esempi, sarà oggetto d’esame.

Per partecipare al progetto è necessario mettersi in contatto con la docente entro il 18.04.11.

Testi consigliati e bibliografia



Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 07/04/2014 09:06

Location: https://formazioneprimaria.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!