Vai al contenuto pricipale

Immagine di studenti

GUIDA DELLO STUDENTE - a.a. 2018/2019

Perché studiare Scienze della Formazione Primaria?

Scienze della Formazione Primaria è un Corso di Laurea a ciclo unico, di durata quinquennale, a numero programmato. Il curricolo prepara insegnanti della Scuola dell'Infanzia e Primaria, in grado di affrontare le sfide odierne dell'educazione e di garantire a tutti un'offerta formativa di qualità. 

Le attività formative comprendono:

  • Insegnamenti da 4 a 12 CFU (1 CFU = 7 ore in aula) nelle aree linguistica, storico-geografica, scientifica, socio-psico-pedagogica
  • Laboratori, in cui si mettono in relazione le competenze didattico-applicative con i diversi ambiti disciplinari, per un totale di 368 ore a frequenza obbligatoria

Visita la sezione dedicata ai Laboratori

  • Tirocinio (600 ore), a partire dal secondo anno. Il tirocinio si svolge presso istituzioni scolastiche convenzionate, statali e paritarie, dell'infanzia e primarie. Il tirocinio offre l'opportunità di fare esperienza della professione dell'insegnamento, attraverso l'osservazione delle attività didattiche in classe; la riflessione critica sui problemi dell'insegnamento; la partecipazione ai momenti della programmazione, dell'azione didattica disciplinare e della valutazione. Attività propedeutiche e di rielaborazione (tirocinio indiretto) vengono realizzate in Università, per l'integrazione di competenze teoriche e operative.

Visita la sezione dedicata a Tirocinio e stage

  • Attenzione particolare è dedicata allo sviluppo delle competenze in lingua inglese per il raggiungimento del livello B2 (Quadro comune europeo di riferimento delle lingue). A questo fine sono previsti 2 CFU di laboratorio di lingua inglese ogni anno e un esame di accertamento del conseguimento del livello B2 a fine curricolo

Percorso formativo

Il corso di studi ha una durata quinquennale.

Il piano di studi prevede il superamento di 30 esami nei seguenti ambiti:

  • Attività formative di base (discipline pedagogiche, metodologico-didattiche, psicologiche, socio-antropologiche)
  • I saperi della scuola (discipline linguistico-letterarie, storiche, geografiche, matematiche, fisiche, chimiche, biologiche ed ecologiche, artistiche, musicali e motorie)
  • Insegnamenti per favorire l'apprendimento e l'integrazione scolastica e sociale degli alunni con disabilità (area psico-pedagogica, giuridica, igienico-sanitaria)

Il piano di studi comprende corsi annuali (equivalenti a 8 CFU=56 ore) e corsi semestrali (equivalenti a 4 CFU=28 ore).

Ai corsi si affiancano attività laboratoriali, in cui si mettono in relazione le competenze didattico-applicative con i diversi ambiti disciplinari. Attenzione particolare è dedicata allo sviluppo delle competenze in lingua inglese per il raggiungimento del livello B2 (Quadro comune europeo di riferimento delle lingue). 
La formazione è completata da 600 ore di attività di tirocinio, che hanno inizio al secondo anno. Il tirocinio si svolge prevalentemente presso le istituzioni scolastiche convenzionate, statali e paritarie, dell'infanzia e primarie. 
Il tirocinio offre l'opportunità di fare esperienza della professione dell'insegnamento, attraverso l'osservazione delle attività didattiche in classe; la riflessione critica sui problemi dell'insegnamento; la partecipazione ai momenti della programmazione, dell'azione didattica disciplinare e della valutazione. 
Attività propedeutiche e di rielaborazione (tirocinio indiretto) vengono realizzati in Università, per l'integrazione di competenze teoriche e operative. Il Corso di Laurea prevede attività di tutorato, che accompagnano lo studente durante il percorso formativo, riducendone le difficoltà. 
Allo scopo il corso di laurea dispone di un Punto Informativo che fornisce informazioni finalizzate a risolvere dubbi e problemi legati al percorso di studi e accompagna lo studente nella fase di iscrizione alle attività di laboratorio.

Piano carriera coorte 2018-19 (per le matricole interessate essenzialmente al primo anno di corso)

 

Piano carriera coorte 2017-18 (per gli studenti al secondo anno nell'a.a. 2018-2019)

Piano carriera coorte 2016-17 (per gli studenti al terzo anno nell'a.a. 2018-2019)

Piano carriera coorte 2015-16 (per gli studenti al quarto anno nell'a.a. 2018-2019)

Piano carriera coorte 2014-15 (per gli studenti al quinto anno nell'a.a. 2018-2019)

Nell'a.a. 2018-2019 gli studenti potranno seguire gli insegnamenti del primo, del secondo, del terzo, del quarto anno e quinto anno sulla base di quanto riportato nel piano carriera relativo all'a.a. di immatricolazione.Per effettuare la scelta è opportuno pertanto verificare quali sono gli insegnamenti disponibili (presenti nelle regole di scelta) e verificarne il contenuto (programma, obiettivi, note, orari e ogni altra informazione) nella pagina dei singoli insegnamenti. Gli insegnamenti contenuti nel piano carriera non appartengono esclusivamente a docenti del Corso di studi; vi sono infatti insegnamenti che, pur impartiti da docenti di altri Corsi di studi, sono disponibili tra le opzioni del piano carriera. Tutti gli insegnamenti (dei docenti interni ed esterni al Corso di laurea) sono disponibili nell'elenco degli insegnamenti riportato nella sezione Didattica.

Gli insegnamenti dei docenti interni riportano l'indicazione del Corso di studi di appartenenza del docente titolare dell'insegnamento, mentre gli insegnamenti dei docenti esterni al Corso non riportano la denominazione del Corso di studi e rinviano (selezionando la voce "mutuato da") al relativo programma così come pubblicato all'interno del Corso di studi di appartenenza del docente. Con l'istituzione della Scuola di Scienze Umanistiche (struttura di raccordo che organizza i servizi comuni) l'organizzazione dei siti web è cambiata: i siti internet dei Corsi di studi, all'interno del sito della Scuola, contengono tutte le informazioni necessarie al Corso stesso, inclusi gli insegnamenti impartiti in altri Corsi di studio.

Il piano carriera, anche per gli studenti del secondo, terzo, quarto e quinto anno, va compilato integralmente e per l'intera durata del percorso di studi. Sarà in ogni caso possibile effettuare modifiche negli anni successivi. Gli studenti immatricolati nell'a.a. 2014-2015, nell'a.a. 2015-2016, nell.a.a. 2016-2017 e nell'a.a. 2017-2018 troveranno, rispettivamente nel quinto, quarto, terzo e secondo anno, gli insegnamenti aggiornati sulla base dell'offerta formativa dell'a.a. corrente e, se necessario, dovranno modificare il proprio piano carriera per allinearlo ai nuovi insegnamenti offerti. Saranno tuttavia possibili modifiche anche sugli anni accademici precedenti limitatamente però agli esami già previsti dal proprio piano carriera (l'offerta formativa non è infatti adeguata retroattivamente sugli anni già trascorsi). Gli studenti troveranno nella pagina web del Corso di studi, all'interno dei vari insegnamenti in cui è presente il programma, ogni altra informazione utile, relativa al peso in crediti e al settore scientifico-disciplinare, alle date di inizio e fine delle lezioni, alle disposizioni sugli obblighi di frequenza e nell'apposita sezione del sito, alla distribuzione degli appelli d'esame.

Per quanto concerne gli esami liberi previsti dal piano carriera, la scelta dello studente può essere fatta fra tutti gli insegnamenti della Scuola di Scienze Umanistiche, nonché fra quelli esterni alla Scuola purché previsti nelle scelte del piano carriera del Corso di studi: nel caso in cui lo studente intenda scegliere un insegnamento esterno alla Scuola e non previsto nel proprio piano carriera, deve presentare motivata domanda scritta al Consiglio del proprio Corso di studi (da presentarsi, come ogni pratica studente, in Segreteria studenti).

Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver acquisito almeno 300 crediti, ivi compresi quelli relativi alla preparazione della prova finale, lo studente, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'università, è ammesso a sostenere la prova finale, la quale consiste nella discussione della tesi di laurea e della relazione finale di tirocinioLo studente dovrà dimostrare di saper elaborare, redigere, presentare e discutere individualmente una tesi scritta su un argomento a carattere teorico o applicativo, elaborata in modo originale e critico, coerente rispetto agli obiettivi specifici della laurea magistrale, sotto la guida di uno o più docenti relatori, su tematiche riconducibili alle discipline sostenute dallo studente nel suo percorso formativo.

La tesi va preparata sotto la guida di un relatore incardinato nel Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'educazione e/o titolare di un insegnamento nel corso di laurea, a meno di specifica autorizzazione, da richiedersi al Consiglio di corso di Laurea Magistrale motivatamente e specificando la natura della tesi.

Consultare inoltre le informazioni riguardanti le immatricolazioni e iscrizioni e il Regolamento Tasse e Contributi 2018-2019

Il Corso di Laurea è attivo in tre sedi:

  • Collegno, ex Certosa (coorte 2018-19, 1° anno)
  • Torino, Palazzo Nuovo, Via Sant'Ottavio 20 

Avvisi ed eventi relativi alla sede di Torino 

  • Savigliano, ex-convento di Santa Monica, Via Garibaldi 6

Avvisi ed eventi relativi alla sede di Savigliano

Profili professionali

Il Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria è diretto alla formazione degli insegnanti della Scuola dell'Infanzia e Primaria. Un altro possibile sbocco professionale è rappresentato dall'insegnamento nei Centri Territoriali Permanenti per il conseguimento dell'attestato conclusivo del ciclo di istruzione primaria in età adulta.

Professori di scuola primaria 
Le professioni comprese in questa categoria organizzano, progettano e realizzano attività didattiche finalizzate all'insegnamento ai bambini della lettura e della scrittura; delle strutture di base del linguaggio orale e scritto; dell'aritmetica, dei protocolli e dei linguaggi scientifici, della proiezione e della rappresentazione spaziale e temporale degli oggetti, delle persone, delle culture umane; allo sviluppo delle capacità psicomotorie, sociali e logiche. Programmano tali attività, somministrano prove ed esami e valutano l'apprendimento degli allievi, partecipano alle decisioni sull'organizzazione scolastica, la didattica e l'offerta educativa e formativa, coinvolgono i genitori nel processo di apprendimento dei figli. 

Professori di scuola pre-primaria
Le professioni comprese in questa unità organizzano, progettano e realizzano attività didattiche finalizzate, attraverso il gioco individuale o di gruppo, a promuovere lo sviluppo fisico, psichico, cognitivo e sociale nei bambini in età prescolare. Programmano tali attività, valutano l'apprendimento degli allievi, partecipano alle decisioni sull'organizzazione scolastica, sulla didattica e sull'offerta formativa; coinvolgono i genitori nel processo di apprendimento dei figli, sostengono i bambini disabili lungo il percorso scolastico.

Le competenze professionali sviluppate durante il Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria sono le seguenti:

  • Saper progettare interventi educativi e didattici, mobilitando i saperi acquisiti riferiti alle discipline di insegnamento e tenendo conto del livello scolastico e della diversificazione dell'utenza
  • Saper organizzare attività di insegnamento adeguate alle caratteristiche dell'utenza, utilizzando le conoscenze disciplinari e metodologico-didattiche
  • Saper attuare interventi didattici efficaci e motivanti, utilizzando anche i supporti tecnologici
  • Saper valutare la progressione degli apprendimenti degli alunni con attenzione agli aspetti formativi e all'utilizzo diversificato degli strumenti
  • Saper condurre ricerca per migliorare gli interventi educativo-didattici
  • Saper lavorare in équipe per l'organizzazione e gestione scolastica, anche in relazione alle esigenze e alle risorse del territorio (professionisti, specialisti, associazionismo, soggetti educativi)
  • Saper gestire la relazione in classe al fine di favorire l'integrazione e la riuscita di tutti gli allievi, compresi gli alunni con bisogni educativi speciali
  • Saper gestire la relazione con le famiglie degli allievi, al fine di favorire la collaborazione
  • Saper gestire la propria formazione continua
  • Saper affrontare i problemi etici della professione
  • Sapersi orientare nel contesto istituzionale-normativo del sistema scolastico

Contatti

 

Ultimo aggiornamento: 21/09/2018 23:28
Non cliccare qui!